News

25.05.2021

La vitalità delle periferie dopo la pandemia


  • Share
    FacebookTwitterWhatsAppEmail

Su quanto l’emergenza sanitaria per il Covid-19 abbia influito sulla società e sulla politica, considerando «come queste due realtà ne siano state colpite» e quali possano essere «le trasformazioni che ci attendono», ha posto l’attenzione il quarto incontro del ciclo “Non è una parentesi” curato dalla parrocchia di San Giuliano. Introducendo la serata di riflessione di venerdì 21 maggio, che ha visto dialogare don Rocco D’Ambrosio, docente di Filosofia politica alla Pontificia Università Gregoriana, e l’urbanista Carlo Cellamare, il parroco don Massimo De Propris ha ribadito che «il fine di queste nostre conversazioni serali è quello di cercare di imparare da questa crisi, senza sprecarla, come ha ammonito Papa Francesco».

D’Ambrosio ha osservato come «una prima considerazione superficiale» ci porta a dire che con la pandemia e le conseguenti limitazioni e restrizioni «sono cambiati i contesti nei quali vivere le nostre relazioni, essendo stati ad esempio per la maggior parte del tempo in casa e in famiglia, e sono mutati anche gli strumenti mediante cui le viviamo, usando maggiormente la tecnologia, come è stato per il lavoro».

Ancora, la sottolineatura dell’esperto su quanto «il nostro Paese ha bisogno di crescere in termini di solidarietà sociale ed economica», tenuto conto che «nella società civile il numero di coloro che si impegnano nel volontariato e dell’attivismo civico non supera i 3 milioni di persone, su una popolazione adulta totale di circa 50 milioni di abitanti».

Anche Cellamare ha sottolineato che «tanto più ci sono situazioni di difficoltà, tanto più le persone tirano fuori una grande energia creativa», notando come «il Covid-19 ci ha insegnato e mostrato che dai problemi si esce insieme, sfruttando quelle reti di relazione preesistenti rispetto alla crisi» ossia «tutte quelle realtà attive sui territori, spesso informali, che si prendono cura del proprio contesto, tutelandolo». Il docente di Urbanistica alla Sapienza, rilevando «l’importanza di uscire dall’aula per andare a conoscere le realtà sul campo, nella convinzione che la ricerca debba essere al servizio del territorio, valorizzandone le energie», ha parlato della «vitalità soprattutto delle periferie, per molti stereotipo del degrado, che si rivelano invece luoghi di produzione di cultura e di politica grazie al grande impegno dei cittadini che si attivano e si fanno carico delle situazioni e dei servizi, autogestendosi». A questo elemento, «fatto di processi partecipativi di riappropriazione degli spazi che nascono dal basso, dove c’è la compresenza delle difficoltà e del germe del cambiamento», si affianca e si contrappone «il tema della distanza delle istituzioni dai territori», mentre «l’intervento e l’investimento economico pubblico sono fondamentali, uniti alla costruzione di relazioni che passa attraverso la conoscenza dell’altro».
Articolo completo su https://www.romasette.it

Passeggiate gratuite alla scoperta di Roma e provincia

22.01.2023

Tornano gli appuntamenti con i #Caminantes di Liberi Nantes. Un ciclo di passeggiate gratuite alla scoperta di luoghi suggestivi e a volte poco noti di Roma e della sua provincia, […]

Share
FacebookTwitterWhatsAppEmail

Oltre il confine, un rifugio: nuove cittadinanze

16.01.2023

Il prossimo 18 gennaio Ecomuseo Casilino Ad Duas Lauros sarà ospite di “Oltre il confine, un rifugio: patrimonio culturale e nuove cittadinanze”, un progetto organizzato da Parco archeologico del Colosseo […]

Share
FacebookTwitterWhatsAppEmail

Non sarà mai solo calcio. (Un racconto di Fabio Perrone)

13.01.2023

Dalla pagina Santa Maradona – Progetto Bastogi, progetto sostenuto da Periferiacapitale. Sabato 7 Gennaio, ore 11,20. La mia squadra, la ASD Bastogi è chiamata alla difficile trasferta ad Anticoli Corrado, […]

Share
FacebookTwitterWhatsAppEmail

Esperienza di inclusione, con il progetto Fire+

12.01.2023

Dalla pagina http://www.liberinantes.org/.Hai esperienza di inclusione in ambito calcistico di persone rifugiate o con background migratorio? Il progetto europeo Fire+ vorrebbe conoscere la tua storia! Ti va di raccontarti?Il questionario […]

Share
FacebookTwitterWhatsAppEmail

Laboratorio di falegnameria per i custodi di quartiere

10.01.2023

(PROGETTO SUGLI 𝐎𝐑𝐓𝐈 𝐃𝐈𝐃𝐀𝐓𝐓𝐈𝐂𝐈 𝐏𝐄𝐑 𝐈𝐋 𝐐𝐔𝐀𝐑𝐓𝐈𝐄𝐑𝐄 )La scorsa settimana si è svolto il laboratorio di falegnameria per i custodi di quartiere di Cinecittà Bene Comune impegnati nel Progetto Civico […]

Share
FacebookTwitterWhatsAppEmail

Città dei ragazzi, presidio per l’inclusione

30.12.2022

Grazie al supporto della Fondazione Charlemange nell’ambito del programma per Roma periferiacapitale, Percorsi di Cittadinanza ( in collaborazione con l’Opera Nazionale per le Città dei Ragazzi), ha avviato e consolidato […]

Share
FacebookTwitterWhatsAppEmail

Il Municipio Solidale a Natale resta aperto

19.12.2022

“A Natale puoi”, diceva un vecchio gingle di una pubblicità. L’emporio solidale di Municipio solidale resta aperto e sostiene i suoi utenti anche sotto le feste. “La solidarietà del genere […]

Share
FacebookTwitterWhatsAppEmail

La Rada Odv vi aspetta il 18 dicembre per fare i regali

15.12.2022

Volete entrare nello spirito natalizio e magari trovare qualche regalo dell’ultimo momento? Siete tutti invitati domenica 18 dicembre, dalle ore 10:30 alle ore 17:00, nella sede della RADA-ODV, a visitare […]

Share
FacebookTwitterWhatsAppEmail

#