News

20.06.2022

FAR 2022 | Roma da Rigenerare


  • Share
    FacebookTwitterWhatsAppEmail

Tag:

FAR 2022 | Roma da Rigenerare: housing sociale trasformazioni urbane e partenariati pubblico – privati per una nuova visione della città.

Da:https://www.architettiroma.it/

Rigenerazione urbana come perno dello sviluppo di Roma, architettura bioclimatica per un’apertura al contesto con cui dialogare, visioni e programmi concreti per le città di domani intese come definizione di equilibri dinamici ed in evoluzione a partire dalle risorse locali.

Sono solo alcuni dei temi che la penultima giornata di FAR | Festival dell’Architettura porta al centro dei suoi pannel per sognare una società che investa nelle forme urbane come volano di cultura architettonica.

“Un Festival non autoreferenziale e non rivolto solo agli addetti ai lavori, ma un vero e proprio patto con la città e con le istituzioni internazionali che operano a Roma” racconta Alice Buzzone | Direttrice di FAR e Consigliera OAR.  

Nuove suggestioni sono offerte anche attraverso le numerose mostre proposte durante la kermesse, tra cui Creatività>Energia progettata da Giovanni D’Ambrosio, architetto impegnato in Australia ed Indonesia che identifica l’atto progettuale come forza di contrasto alle forze della natura, in un simbiotico scambio tra bioclimatica e genius loci.

“I Paesi in cui ho avuto occasione di lavorare hanno una tendenza propria alla sostenibilità, che trova il senso più ampio nel concetto di architettura bioclimatica – spiega Giovani D’Ambrosio – Non conosco bene cosa sia la sostenibilità, ma conosco il significato delle parole necessità e contrasto, elementi con cui si creano forme di architetture organiche. Le Courbusier ha progettato la machine à habiter, funzionale ma priva di motore, che oggi invece può essere inserito attraverso l’avanguardia energetica tipica dell’architettura bioclimatica”.

Grande fermento architettonico e forte desiderio di innescare un processo rigenerativo e di crescita di Roma, per smuoverla da un’impasse di immobilismo urbano, edile e sociale emerge nel dibattito di oggi.

“Vari gli elementi che possono concorrere al disegno della nuova città, dall’housing sociale (compresi gli alloggi collettivi per studenti universitari) alla trasformazione urbana, passando per i luoghi dei grandi eventi, ma nulla sarà veramente efficace se tutti gli attori coinvolti non riescono a firmare un patto solidale per dare uno slancio alla Capitale, soprattutto in questo momento in cui le risorse ci sono – osserva Lorenzo Busnengo | Consigliere OAR – bisogna avere il coraggio di comprendere l’efficacia dello strumento della sostituzione edilizia con effetti qualitativi sul tessuto urbano; sono i brutti progetti che vanno evitati”.

A raccontare l’esperienza milanese, che, pur avendo le stesse problematiche burocratiche, vive un presente più dinamico come conseguenza post Expo, è Federica Verona | | Consorzio Cooperative Lavoratori: “Vengo da Milano e non è facile capire cosa sia utile a Roma. Stiamo ragionando su temi come l’affitto seguendo lo slogan una casa per tutti, sulle identità di quartiere da rilanciare in contrapposizione all’esplosione della città che rischia di diventare per pochi, su politiche di accessibilità in partnership tra pubblico e privato. Anche Roma potrebbe lavorare con forza ed impegno su questo”.

Una politica forte sull’abitare che possa essere lungimirante e possa innescare un processo di innovazione anche nella mentalità, priva della retorica della partecipazione a tutti i costi, ma completa di un avvicinamento delle utenze ai criteri di progettazione perché siano comprensibili e condivisi.

“Come Ordine Architetti PPC Roma sono varie le proposte per il social housing: non solo case in cui rimanere per un periodo di tempo limitato, ma che possano essere sentite come proprie dagli abitanti perché acquisibili e l’inserimento dell’edilizia residenziale pubblica come standard urbanistico all’interno delle Norme Tecniche d’Attuazione dei PRG, possibile anche all’interno dei tessuti della Città Consolidata – puntalizza Busnengo – gli architetti romani lavorano con un Regolamento Edilizio risalente agli anni ’30 del ‘900 che ancora impone i lavatoi sulle terrazze condominiali”.

Un progetto concreto di sostituzione edilizia a Roma è presentato da Andrea D’Antrassi | MAD ARCHITECTS, studio internazionale vincitore di un concorso privato per la trasformazione di un blocco urbano in Via Boncompagni, composto da un edificio degli anni ’70 su Via Sicilia, dall’ex Chiesa di San Lorenzo da Brindisi oggi sconsacrata e dal Convento dei Cappuccini. Un mix funzionale che ospiterà due terzi di uffici e un terzo di residenze, in un volume con un prospetto ripensato per recuperare il suo rapporto con l’esterno e con la natura.

“Roma è un luogo incredibile, pieno di opportunità, soprattutto per la rigenerazione urbana che è un volano per il real estate e l’architettura tutta – osserva D’Antrassi – Senza aggiungere metri quadrati si riescono ad inserire funzioni urbane dando nuova spinta all’ambiente costruito. Vediamo con favore un mix di usi e funzioni che vengono accorpate e innovate. Anche la pandemia ha spinto su tali opportunità  ampliando il confronto su come utilizzare gli spazi all’aperto e come portare nuove destinazioni  all’interno degli edifici. Fondamentale una solida sinergia tra attori privati, pubblici e terzi settore per delineare nuove visioni e nuove letture degli spazi urbani e delle modalità di gestione”.
Articolo completo su:
https://www.architettiroma.it/

Inclusione e Sostenibilità: imprese sociali di INTERSOS

28.06.2022

INTERSOS è l’organizzazione umanitaria italiana in prima linea nelle gravi emergenze per portare aiuto immediato alle vittime di guerre, violenze e disastri naturali. Dal ’92  realizza progetti di aiuto umanitario in […]

Share
FacebookTwitterWhatsAppEmail

“Punti Blu 2022”, centri diurni per persone anziane

28.06.2022

Pubblicato nel X Municipio l’avviso per la realizzazione del progetto “Punti Blu 2022” una bellissima iniziativa volta ad aiutare gli anziani del territorio a superare le difficoltà dovute all’isolamento successivo […]

Share
FacebookTwitterWhatsAppEmail

Assemblea pubblica centro Giano

26.06.2022

Il 23 giugno si è svolta presso il Centro Bene Comune, la prima assemblea pubblica del CdQ dopo due anni e mezzo di inattività assembleare per pandemia. Dalla pagina Comitato […]

Share
FacebookTwitterWhatsAppEmail

Luce sulle torri, 70 eventi in 11 quartieri

26.06.2022

LUCE SULLE TORRI è una manifestazione artistica e culturale promossa dal Municipio Roma VI delle Torri e dedicata a bambini, famiglie, coppie, anziani, turisti, appassionati e curiosi. Il progetto sarà realizzato […]

Share
FacebookTwitterWhatsAppEmail

Folata di vento a Casetta Rossa, tenetevi pronti!

24.06.2022

Una folata di vento fresco per menti annebbiate, una pioggia nutriente per cuori inariditi, una radice energizzante per corpi stanchi… questo e molto altro sarà la Festa dell’Altra Estate! Tenetevi […]

Share
FacebookTwitterWhatsAppEmail

Periferie al centro con “I Nasoni raccontano”

24.06.2022

Oggi, domani 25 giugno, venerdì 1 e sabato 2 luglio, alle ore 20.30,  I Nasoni Raccontano – la storia ha il naso lungo lo storytelling urbano teatrale de La Città Ideale che, dal 2017 a […]

Share
FacebookTwitterWhatsAppEmail

Sabato e Domenica a Villa Bonelli

23.06.2022

Laboratori creativi, arte e gioco a Villa Bonelli: Sabato dalle 18:00 laboratori creativi a cura di Artludik.  Domenica dalle 18:00 laboratorio pittorico e di sculture di cartapesta a cura di Perfareungioco.  Come […]

Share
FacebookTwitterWhatsAppEmail

Giornata Mondiale del Rifugiato a Liberi Nantes

22.06.2022

(Dalla pagina FB di Liberi Nantes).Sabato 18 giugno al Campo Sportivo XXV Aprile – Pietralata abbiamo ricordato la Giornata Mondiale del Rifugiato. Come spesso succede a #Pietralata, allo sport abbiamo […]

Share
FacebookTwitterWhatsAppEmail

#