News

23.11.2022

Donne, la lista infinita delle violenze. Cosa raccontano i dati


  • Share
    FacebookTwitterWhatsAppEmail

Il bilancio di tre anni di Codice rosso mette in luce l’aumento dei reati di violazione di allontanamento, del “revenge porn” e degli stupri. Femminicidi in calo. Meloni: «Tutelare le vittime».
(di Viviana Daloiso mercoledì 23 novembre 2022 ; Articolo da:
https://www.avvenire.it/)


Abusi, stupri, omicidi. Quello che sta accadendo alle donne dall’Ucraina all’Iran punta i riflettori di questo 25 novembre, Giornata internazionale per la lotta alla violenza di genere, lontano da casa nostra. Eppure, anche in casa nostra, la stessa violenza continua a mietere vittime. Fossero soltanto quelle dei femminicidi: 92 dal primo gennaio a oggi, la metà dei quali compiuti da mariti, compagni, fidanzati, ex. Troppi, anche se in diminuzione rispetto all’anno scorso. Solo la punta dell’iceberg, comunque: sotto, nell’abisso del silenzio e della paura, le donne che subiscono violenze sono un esercito impressionante di fantasmi. Ventimila ogni anno quelle che alla fine trovano il coraggio di denunciarle, di rivolgersi a un centro antiviolenza, di chiedere aiuto. Almeno tre o quattro volte tante quelle che rinunciano a farlo (e la stima è senz’altro in difetto, se è vero che la percentuale di chi subisce senza reagire si aggira attorno all’80%).

Cosa tocchi subire, a ognuna di queste donne maltrattate, è la cruda fotografia fornita dai dati diffusi in queste ore dalla Direzione centrale della polizia criminale del Dipartimento della Pubblica sicurezza, a partire da un bilancio sul Codice rosso entrato in vigore nell’agosto del 2019. Il più alto numero di violazioni negli ultimi tre anni, tanto per fare un esempio, si è registrato sui provvedimenti di allontanamento dalla casa familiare e di divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla “persona offesa”: per capirsi, oltre 6mila volte un uomo autore di violenza, e diffidato dalle autorità, ha aspettato la donna che diceva di amare fuori di casa, davanti al lavoro, in alcuni casi si è intrufolato nell’androne di casa, si è arrampicato sul balcone. Una persecuzione nella maggior parte dei casi spia di delitti ben più efferati: minacce, aggressioni, spesso omicidi. Viene in mente il volto di Alessandra Matteuzzi, a cui in queste ore Bologna ha dedicato una panchina rossa, uccisa a martellate proprio davanti a casa. Oppure quello di Chiara Ugolini, soffocata senza pietà sul lago di Garda dal vicino di casa entrato dalla finestra.

Ancora, il revenge porn: 3.496 delitti in tre anni, nel 72% dei casi proprio ai danni di donne. Tradite nella loro intimità, messe alla gogna pubblica delle chat e del web, ricattate per fotografie e video il cui destinatario doveva – ingenuamente – essere soltanto il partner. Qui il caso di Tiziana Cantone, da cui il reato stesso ha preso corpo, è ancora tristemente attuale: i video diffusi contro la sua volontà e che la portarono alla morte tornano ancora a circolare, e ancora, nonostante le autorità li cancellino dalla Rete. E poi le violenze sessuali in allarmante aumento (4.416, in aumento del 9% quest’anno), i matrimoni forzati (48 gli episodi registrati in 3 anni, col 65% delle donne coinvolte straniere), gli sfregi e le deturpazioni (anche queste in aumento de 12%).
Articolo completo su:
https://www.avvenire.it/

Protocollo d’intesa tra Municipio III e Fondazione Charlemagne

7.12.2022

Il programma Periferiacapitale della Fondazione Charlemagne si impegna ogni giorno per Roma. In tale direzione è stato firmato ieri dal Presidente Paolo Marchionne del III Municipio, un protocollo d’intesa con la Fondazione per […]

Share
FacebookTwitterWhatsAppEmail

Mercatino solidale di Pietralata

6.12.2022

Il 18 dicembre torna uno degli appuntamenti che più amiamo al Campo Sportivo XXV Aprile – Pietralata, Il Mercatino Solidale di Pietralata, un’occasione imperdibile per dedicarsi ai regali di Natale supportando […]

Share
FacebookTwitterWhatsAppEmail

Periferie – Il valore sociale dei #trasporti

5.12.2022

Documentario sulle periferie della Capitale, commissionato dalla Fit-Cisl del Lazio in occasione dell’apertura del cantiere “Le periferie al centro di #Roma: il valore sociale dei #trasporti“.TRa gli interventi quello di […]

Share
FacebookTwitterWhatsAppEmail

La riqualificazione del giardino della Melissa Bassi

5.12.2022

Il 1° dicembre 2022, nell’Istituto Comprensivo Melissa Bassi di via dell’Archeologia, alla presenza dell’Assessora alla Scuola, Formazione e Lavoro di Roma Capitale Claudia Pratelli, è stato inaugurato il nuovo giardino […]

Share
FacebookTwitterWhatsAppEmail

Oltre il cancello di Spin Time

5.12.2022

Oltre il cancello di SPIN TIME LABS : un microcosmo nel cuore di Romahttps://www.romatoday.it/…/video-dentro-occupazione…. Non più solo un’occupazione abitativa, il palazzo dell’Esquilino vive ogni giorno il transito di centinaia di persone per […]

Share
FacebookTwitterWhatsAppEmail

Murales e aree verdi per Piazza Annibaliano

2.12.2022

“Ricreare una piazza… o uno spazio urbano”. E’ questo il nome del progetto partito nel 2017 ed inaugurato pochi giorni fa con l’obiettivo di riqualificare una nota piazza storica di Roma, Piazza Annibaliano. […]

Share
FacebookTwitterWhatsAppEmail

Student DOC FEST – Kids on the Docs

2.12.2022

 Lunedì 5 dicembre Student DOC FEST parla di #legge e #società con il regista di Fort Apache, Simone Spampinato. Vi aspettiamo in Sala con Spinoff Roma! Iniziativa realizzata nell’ambito del […]

Share
FacebookTwitterWhatsAppEmail

#