/

Presentazione dell’offerta formativa 2024 di Periferiacapitale

Presentati ieri, presso il resso il CSV Lazio di Via Galilei, i corsi formativi per le organizzazioni di Periferiacapitale. Ogni organizzazione può scegliere da 1 a 4 moduli ai quali partecipare.

Temi

  1. Pianificazione strategica (Alessio Di Carlo)

La programmazione strategica è un processo fondamentale per qualsiasi organizzazione al fine di definire il cambiamento che vuol generare nel medio-lungo periodo nelle comunità per cui esistono e come intendono perseguirlo. Con un cambio culturale e la conoscenza di utili strumenti, le organizzazioni possono migliorare la pianificazione, gestione e valutazione dell’impatto che si aspettano di generare, rafforzando la propria identità, facilitando la collaborazione con altri partner territoriali, e consolidando la sostenibilità economica e l’accountability nei confronti degli stakeholder esterni e dei membri interni.

  1. Fundraising (Martina Bacigalupi)

L’intervento nasce dall’esigenza di diffondere l'approccio e la strategia del fundraising alle organizzazioni coinvolte nel programma Periferiacapitale, con particolare attenzione a quelle più piccole o che coinvolgono volontari, sperimentando l'utilizzo di alcuni strumenti di raccolta fondi con e per la comunità quali crowdfunding, personal fundraising e membership. Per questo si realizzerà un corso-laboratorio rivolto al personale delle associazioni e organizzazioni non profit aderenti che prevede un Project Work che consenta di sperimentarsi nella definizione degli obiettivi e delle strategie di fundraising.

  1. Comunicazione strategica (Filippo Ungaro)

Quali strategie di comunicazione sono necessarie per supportare la pianificazione realizzata dall’organizzazione? Quali attenzioni e quali riferimenti utili a supporto della definizione della comunicazione rivolta al fundraising? Spesso gli ETS vivono in modo disgiunto gli aspetti legati alla pianificazione e progettazione della propria organizzazione da quelli propri della comunicazione. Con questo percorso si vogliono fornire le competenze fondamentali per la costruzione di una strategia di comunicazione integrata e coerente con la pianificazione e con il fundraising.

  1. Gestione economica dei progetti (Alessandro Brocchetti)

Dall’ideazione del progetto fino alla sua rendicontazione occorrono competenze specifiche in ambito amministrativo ed economico per dare concretezza e sostenibilità all’intervento che si sta progettando e per fornire opportuna documentazione a dimostrazione di quanto è stato realizzato. Il percorso è pensato per fornire gli elementi utili alla gestione della rendicontazione dei progetti, ponendo particolare attenzione agli aspetti pratici, agli strumenti e metodologie utilizzabili e svolgendo esercitazioni su modelli progettuali proposti dal programma Periferiacapitale.

  Docenti

Alessio Di Carlo - Ingegnere Gestionale, Direttore del Master in Project Management for International Cooperation, Euro-Project Management and Local Development della Social Change School. Ha già collaborato con noi nella formazione degli enti del programma Periferiacapitale

Martina Bacigalupi - Fundraiser e Grant seeker per organizzazioni non profit, formatrice della Fund Raising School di AICCON, docente di Principi del fundraising presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Bologna. Ha già collaborato con noi nella formazione degli enti del programma Periferiacapitale

Filippo Ungaro - Communication manager di Save the Children, direttore del Master in fundraising management della Social Change School, recentemente entrato nell’ufficio comunicazione dell’UNHCR.

Alessandro Brocchetti - Responsabile amministrativo di diversi enti, esperto di rendicontazione amministrativa di progetti. Attualmente si occupa della rendicontazione finanziaria di progetti complessi.

Programma

Ogni modulo prevede un percorso che si articola in questo modo:

-       formazione d’aula (online e in presenza), in cui verranno coinvolti tutti gli enti interessati, sui contenuti fondamentali

-       project work, ogni organizzazione coinvolgerà i propri collaboratori nella costruzione del Project Work (PW)

-       revisioni del PW individualizzate (sportello online), in cui i formatori faranno uno o più momenti di verifica del PW con i singoli enti

-       presentazione del PW in plenaria e confronto tra i partecipanti (in presenza)

-       formazione a sportello (online), accompagnamento personalizzato on demand per gli enti che ne faranno richiesta

 

Condividi l'articolo sui social

News di:

Dai Municipi:

Tags