Municipio VIII

Municipio Solidale, partecipazione e sociale

3.12.2021

“Giuro di rispettare la Costituzione Italiana nata dalla resistenza antifascista”. È questo il giuramento pronunciato in Aula dal Presidente del Municipio VIII, Amedeo Ciaccheri durante la prima seduta del nuovo […]

Share
FacebookTwitterWhatsAppEmail

“Circo, un immaginario di città ospitale”

14.11.2021

#CIrco Presento sabato il Volume “Circo, un immaginario di città ospitale”. A cura del #LaboratorioCirco. CIRCO, acronimo di Casa Irrinunciabile per la Ricreazione Civica e l’Ospitalità. CIRCO è una ricerca […]

Share
FacebookTwitterWhatsAppEmail

Municipio Solidale VIII -ufficio tutela sociale

24.10.2021

Presso la sede centrale municipale di via B. Croce 50, nell’ambito delle iniziative promosse dal “Municipio Solidale”, è attivo l’Ufficio di Tutela Sociale situato al piano terra presso la stanza a lato […]

Share
FacebookTwitterWhatsAppEmail

Rigenerazione urbana “Intorno al gelso”

5.10.2021

Per questo abbiamo promosso negli spazi del Villaggio Globale a Roma il ciclo di incontri “Intorno al gelso”, dedicati al tema della rigenerazione urbana e dei cambiamenti climatici.
Il primo incontro si terrà giovedì 7 ottobre alle ore 18:00 presso la sede dell’associazione K_Alma a Largo Dino Frisullo. Ci saranno ospiti d’eccezione, performance artistiche e tanto altro.

Share
FacebookTwitterWhatsAppEmail

Il Municipio Solidale non si ferma

7.09.2021

Anche durante l’estate Municipio Solidale non si è fermato!Sono state fatte distribuzioni doppie per i mesi estivi, continuano le raccolte alimentari nei carrelli sospesi nei supermercati e finalmente qualche settimana […]

Share
FacebookTwitterWhatsAppEmail

Rigenerazione per Porto Fluviale

26.07.2021

Un’occasione per Ostiense e per la città: finalmente il progetto di rigenerazione per Porto Fluviale è realtà.Da: FB/AmedeoCiaccheri.Municipio8 Dopo anni di tentativi, abbiamo raccolto l’opportunità del Programma Nazionale “Qualità dell’Abitare” […]

Share
FacebookTwitterWhatsAppEmail

L’occupazione di via del Caravaggio non c’è più

10.07.2021

Lo stabile di via del Caravaggio 105, definito “l’occupazione più grande d’Italia” e che ospitava almeno 127 famiglie e fino a 400 persone, è stato sgomberato. Non dalle forze di […]

Share
FacebookTwitterWhatsAppEmail

Spazi pubblici come motore di aggregazione

5.07.2021

di Claudia Esposito, Chiara Falcolini, Mattia Mincuzzi (Scomodo) Il Municipio VIII di Roma rientra, sicuramente, tra i più particolari della Capitale, sia dal punto di vista urbanistico, che socio-culturale. In questo territorio, […]

Share
FacebookTwitterWhatsAppEmail

Sportello condominio del Municipio VIII.

27.06.2021

Presentazione dello sportello del condominio del Municipio Roma VIII.Mercoledì 30 giugno alle ore 10 via Benedetto Croce, 50, piano terra (sede centrale del Municipio VIII).Si allarga la gamma dell’offerta dei […]

Share
FacebookTwitterWhatsAppEmail

Alberto Sordi, un murale per ricordarlo

15.06.2021

Sarà inaugurato oggi il murale per i 101 anni dalla nascita di Alberto Sordi. L’assessore all’Urbanistica e alle Politiche abitative della Regione Lazio, Massimiliano Valeriani, partecipa all’inaugurazione del murale alla Garbatella. L’opera è stata […]

Share
FacebookTwitterWhatsAppEmail

‘Condomini’: Ascanio Celestini a Furio Camillo

6.06.2021

Brevi esibizioni di teatro e di musica popolare, jazz, rock, classica, conferenze di storia, scienza, medicina, letteratura dal Labaro al Quadraro, da Ostiense a Prati, da Ostia a Tor Bella […]

Share
FacebookTwitterWhatsAppEmail

Sgombero via Caravaggio. Allarme sociale.

28.05.2021

Tempo scaduto per l’occupazione di viale del Caravaggio. Lo sgombero degli ex uffici di Tor Marancia, abitati da 105 famiglie, dovrà avvenire entro 15 giorni. Lo riferiscono i Movimenti per […]

Share
FacebookTwitterWhatsAppEmail

Municipio VIII


Gli orari di tutti gli uffici sono consultabili sul sito web del Comune di Roma nella pagina del Municipio VIII

I contatti di tutti gli uffici sono consultabili sul sito web: Uffici e Contatti
Per informazioni su procedure, modulistica e accesso ai servizi rivolgiti al nostro Ufficio URP

Numeri telefonici:
06 69611332 – 0669611333 – 0669611314 – 0669611451

Il nome di Tor Marancia deriva probabilmente dalla deformazione medievale di Amaranthus, nome di un liberto che prese in gestione la tenuta agricola e la villa della famiglia Numisia Procula nel II secolo d.C. I resti di tale villa sono ancora visibili oggi nei pressi di via Giulio Aristide Sartorio. Un atto di vendita, tramandato da tradizione manoscritta, riporta la trascrizione di un’epigrafe latina CIL VI 10233 in cui sono menzionati i praedia Amarantiana, nome prediale derivato quasi sicuramente da Amaranthus, i cui praedia (poderi) erano appartenuti prima di passare a nuova proprietà.

Si potrebbe anche pensare che data la vicinanza del piccolo fiume Almone, detto anche Marrana dell’Acquataccia, si sia generato Marancia, da una distorsione di Marana Accia.

La torre originale Torre Marancia, è andata distrutta tra la fine del XVI e la metà del XVII secolo, nella mappa del Catasto Alessandrino del 1660 già non è più presente. Si trovava su via delle Sette Chiese nell’attuale proprietà degli Horti Flaviani, cioè appartenente alla famiglia imperiale dei Flavi, nei pressi delle Catacombe di S. Domitilla.

Quella attuale, presente su viale di Tor Marancia, è stata chiamata sino al XVIII secolo Torre di San Tommaso, e solo successivamente ha assunto la denominazione dell’omonimo viale. Costruita nel XIII secolo, in blocchetti di tufo, alta circa 15 metri per 6 metri di lato, conserva ancora i resti della merlatura originaria. Ebbe inizialmente lo scopo di torre semaforica per l’avvistamento dei pirati saraceni che venivano dal mare, successivamente, con l’inasprimento delle lotte baronali ebbe anche uno scopo militare per la difesa del territorio.
La costruzione delle attuali case popolari iniziò nel 1947 per l’intercessione dei due senatori del PCI: Edoardo D’Onofrio e Emilio Sereni, a seguito della legge De Gasperi sul risanamento delle borgate, conclusasi nel 1960.

La periferia di Roma è un set cinematografico naturale. Ho imparato ad apprezzarla sin da piccolo, quando vedevo i film di Pasolini come Accattone e Mamma Roma, prima ancora di girarci come attore. Ho capito che quelle realtà sono il cuore pulsante della città, non luoghi da tenere ai margini.

Pierfrancesco Favino

Contattaci


Operiamo in tutta la città di Roma insieme ad associazioni, cooperative, enti pubblici e soprattutto “persone” che credono nella rigenerazione umana ed urbana dei luoghi in cui vivono,
Per farci conoscere i tuoi progetti, o condividere storie dal tuo quartiere, scrivici qui.

    #